Ray Ban In Offerta On Line

Sempre Bolognesi pi avanti (pagina 16) chiede di una stampatrice proveniente dagli uffici dei servizi segreti, in particolare da quello che si occupava dell degli appartenenti alla struttura segreta Gladio e ritrovata nella tipografia delle Br e Flamigni risponde cos questa allarmante collusione tra servizio segreto militare e Br non stata fatta alcuna chiarezza, sia a causa del depistaggio operato dai servizi segreti, sia per deliberare omissioni ricostruzione del Sismi era un oggettivo e deliberato depistaggio dispetto (pagina 17) di tutti i depistaggi tentati e attuati dal Sismi e dalla compiacente passivit della magistratura, rimane un fatto certo e assodato: una stampatrice appartenente a un ufficio del controspionaggio militare (il Rus, Raggruppamento unit speciali) era approdata nella tipografia romana delle Br e con quella macchina erano stati stampati i comunicati brigatisti relativi al sequestro Moro. Per giunta il Rus non era un ufficio militare qualsiasi: tra le unit speciali gestiva anche quelle di Infatti il Rus era l segreto dove si osservavano le regole della compartimentazione nel modo pi rigoroso e che provvedeva alle chiamate per l dei gladiatori: lo ha rivelato il generale Serravalle, gi capo di Gladio, alla Commissione parlamentare d sulle stragi. E dunque uscita da quell adibito ai compiti pi occulti di Gladio (l paramilitare clandestina italiana sulle orme di quella promossa dalla Nato nell dell Gladio, organizzata dalla Cia per contrastare una ipotetica invasione dell occidentale da parte dell Sovietica e dei paesi aderenti al Patto di Varsavia, nda) la stampatrice utilizzata dalle Brigate Rosse durante il sequestro Moro questo groviglio di fatti e storie ricordiamo che l presidente della Repubblica Francesco Cossiga, da molti osservatori ritenuto il capo di Gladio, in un al collega Aldo Cazzullo, rilasciata per il Corriere della Sera l luglio 1980, dir riferendosi al periodo in cui ricopriva il ruolo di sottosegretario alla difesa e vide sorgere la struttura: padri di Gladio sono stati Aldo Moro, Paolo Emilio Taviani, Gaetano Martino e i generali Musco e De Lorenzo, capi del Sifar.

Abloh prende la laurea magistrale in Architettura all’ Illinois Institute of Technology. Secondo quando riferito in un’intervista a GQ nel 2013, il giovane laureando ha saltato gran parte della dissertazione per incontrare John Monopoly, allora manager di Kanye West, e viene assunto per disegnare il merchandising del rapper americano. Il ruolo di Abloh si espande, fino a diventare direttore artistico a pieno titolo, occupandosi di tour mondiali, performance e opere d’arte..

Lascia un commento