Ray Ban Occhiali Da Sole

Doubtfire dal perfetto accento britannico e la voce gentile. Robin Williams è scomparso l’11 agosto 2014 ma per i suoi fan è come se non se ne fosse mai andato. E ora nel documentario Come Inside My Mind di Marina Zenovich torna a rivivere.Dalla carriera come comico ai suoi maggiori successi, il biopic che andrà in onda su HBO dal 16 giugno, ripercorre la vita e la carriera dell’attore premio Oscar tra luci ed ombre dell’uomo oltre l’attore.Testimonianze e interviste ad amici e colleghi comeBilly Crystal,Whoopi Goldberg,David LettermaneSteve Martin raccontano i suoi momenti felici ma anche quelli più bui, i suoi successi e le sue paure.

un attore che conferma la teoria per cui i volti più semplici sanno trasmettere molto di più di quelli più cinematograficamente costruiti. Ha cominciato a recitare da ragazzino, pescato a Bari dal suo conterraneo Sergio Rubini che l’ha imposto in due delle sue pellicole: una svolta positiva nella sua vita che lo ha spedito dritto dritto verso contenitori televisivi e cinematografici di tutto rispetto. Adesso, disputa la palma del più bello fra la compostezza di Raoul Bova e il fascino agro di Claudio Santamaria.

Nicholson, F. Steer, PW. Y Ramos, G. Ruolo che gli permetterà di ricevere una nomination agli Emmy come miglior attore non protagonista in una serie drammatica e che poi si introdurrà anche in alcune puntate di un altro serial Homicide Life on the Street (1996 1999).Fidanzato con Julia Roberts dal 1997 al 2001, sarà diretto da Burt Reynolds in The Last Producer (2000), poi affiancherà Terence Stamp in Pianeta rosso (2000). Ma il ruolo da poliziotto che gli riesce meglio è quello che recita nella commedia Miss Detective (2000) di Donald Petrie con Sandra Bullock (con la quale aveva già lavorato in precedenza), Michael Caine e Candice Bergen: per una volta smette di fare il duro e si lascia andare a battutine umoristiche, espressioni buffe e risate. un piccolo successo a cui lui ha contribuito con la sua estrema diligenza verso il lavoro.

Cerca un cinemaAmy e Nick sono sposati da cinque anni. Belli, colti e ammirati, hanno lasciato New York per la provincia, dove la loro relazione languisce e l’ostilità cresce. Dietro di loro la crisi economica che ha messo in ginocchio l’America e interrotto le loro carriere, davanti a loro nuvole nere che minacciano tempesta e guai, grossi guai.

Il popolare attore e regista neozelandese che era un po’ infastidito dalla folla, ma non si è mai sottratto ai tantissimi selfie è rimasto nel locale per circa un’ora, salutando tutti coloro che gli si sono avvicinati. Era in compagnia di una ragazza molto più giovane di lui (non la moglie, dalla quale ha divorziato da qualche mese) e di due guardie del corpo che non lo hanno abbandonato per un attimo. Con loro se ne è andato a piedi, in direzione di piazza dei Miracoli, dove si è poi fotografato con la Torre alle spalle, pubblicando tutto sul suo account Twitter.