Ray Ban Aviator Uomo Prezzi

Bionda, solare e dal sorriso ultra sexy, Gaia Bermani Amaral approda sulle reti tv alle soglie del Nuovo Millennio mollando gli ormeggi a bordo di una barca a vela, in una serie di fortunati spot targati TIM. Il successo del suo ruolo come testimonial le consente di affacciarsi nel mondo del cinema, debuttando ne I giorni dell’abbandono di Roberto Faenza. Trascorre i pomeriggi tra i compiti di scuola, i disegni ad acquarelli e i Lego da costruire.

Io vorrei morire a cent’anni sereno e con i miei figli attorno, vivi, sistemati e ottimisti. Quindi devo stare attento a non mangiare troppi grassi, ma soprattutto devo contribuire a creare le condizioni perché i miei figli restino accanto a me; e pure se devo morire domani, che almeno mi possano portare i fiori senza dover prendere un aereo. Questo punto è meno scontato, è il mio punto di vista; molte persone che conosco sono entusiaste del fatto che i figli vadano a studiare e a vivere a Londra o a Milano.

Poi finì nelle mani di Antonio Ricci, che all’epoca era solo un brillante produttore di facezie. Nacque il Grillo portato in tv da Baudo, quello di Luna Park e poi di Fantastico. Monologhi divertenti sulle basette del maestro Tony De Vita lunghe come autostrade, su Mina che come l’ampio Gepy, si fa fare i vestiti dal tappezziere, sulle cabine telefoniche..

La verità è che il multiculturalismo sta fallendodovunque: in Gran Bretagna, in Germania enella sua variante francese Lo sanno anche loro: l globalista che ha pianificato la Grande Sostituzione (per poi dissimularla come teoria complottista) e gli eurocrati razzisti che teorizzano apertamente il meticciato per distruggere l culturale dei popoli europei. Tra il ridicolo e il criminale, gli effetti del multiculturalismo ideologico sta producendo il cortocircuito dell In effetti, almeno le tre religioni monoteiste sorte intorno al Mediterraneo hanno in comune lo stesso Dio. Che poi una aspetti il Messia che le altre due ne abbiano uno ciascuno da un punto di vista meramente fideistico può essere irrilevante.

Il rassegnato Fred ha un gesto ricorrente in tutto il film: fa frusciare e schioccare tra le sue dita una piccola carta di caramella. In quel gesto semplice, spoglio di ogni apparato ideologico, volitivo, violento e produttivo, alla portata di ogni persona, in qualsiasi latitudine cronologica e spaziale, c l uscita necessaria, riscatto dalla terra del tramonto, dell dell appunto. Un davvero all del destino dell che viviamo e che per questo pu essere non capita, non premiata da chi la giudica nel logica di quell piano inclinato che il film poeticamente e limpidamente ci mostra.