Occhiali Ray Ban Da Uomo

Jeff Bailey gestisce una stazione di servizio e sogna una vita tranquilla con Ann. Ma al passato non si sfugge. Il suo vero nome è Markham e anni prima lavorava a New York come detective, insieme al socio Jack Fisher. Jeremy Renner ha una faccia da schiaffi. Poco celebrato in Europa, ma molto amato in America, presenzia pellicole da cifre record al botteghino e telefilm cult di ogni genere, senza però brillare di luce propria nelle calde notti del cinema e dare prova veramente della propria bravura di attore. Capace di suggestivi ritratti umani, aspetta coraggiosamente l’occasione di diventare una superstar, anche se continua a sfornare ruoli tormentone come quello del terribile killer cannibale Jeffrey Dahmer nel thriller di David Jacobson Dahmer (2002).La voglia di recitare gli è nata quando, al Modesto Junior College, la scuola che frequentava, si è vestito da Spaventapasseri per lo spettacolo scolastico “Il Mago di Oz”.

Un uomo esperto di tribunali e processi che non è riuscito ad ottenere la laurea in legge si offre come “aiuto” all’avvocato nella perizia del caso che viene preso in considerazione. Il processo avviene tardi, fuori del tribunale, a casa del giovane e la sua causa è considerata valida. Il modo dello svolgersi dei fatti è simile a casi trattati dalla TV e dai giornali attualmente che hanno un giudizio globale della gente.

Intuizione esatta, visto che a soli 9 anni, Kristen comincia a lavorare nel piccolo schermo, apparendo come comparsa nel film tv di Duwayne Dunham The Thirteen Year (1999).La prime comparsateNel 2000, ha il suo debutto sul grande schermo. Si tratta di I Flintstones in Viva Rock Vegas di Brian Levant con Mark Addy, Stephen Baldwin, Kristen Johnston, Jane Krakowski, Joan Collins e Alan Cumming, ma si tratta di una comparsata molto breve. Le andrà meglio l’anno successivo, quando si ritroverà accanto a Glenn Close in La sicurezza degli oggetti (2001).I filmDopo aver rimpiazzato Hayden Panettiere nel ruolo di Sarah Altman, figlia di Jodie Foster nel claustrofobico Panic Room (2002), continua a percorrere i sentieri dell’alta tensione e del brivido in Oscure presenze a Cold Creek (2003) con Sharon Stone.

il 1948, quindi dopo il servizio militare, quando si iscrive all’Accademia del Teatro Nazionale Dramaten di Stoccolma dove conosce Lars Ekborg, Margaretha Krook e Ingrid Thulin. Poi, conclusa la sua istruzione (1951), comincia a recitare a teatro le opere di Strindberg e Arthur Miller. Sarà l’incontro con il regista Ingmar Bergman a cambiargli per sempre il resto della vita.